giovedì 26 luglio 2012

NMM-no metal metal

NMM ovvero “no meta metal”e sicuramente uno delle tecnica più affascinate nel modello della pittura, a metto subito che non sono un espetto in materia anzi posso dire con gran gioia che sono una mezza tacca. Pero il mio desiderio e quello di potere maestrare anche il NMM. Questo mio articolo deve solo servire a me e penso pure a voi che lette,  chiarissi le idee su questa materia.
Cosa e il NMM? e dove nasce?…sono due domante che mi sono posto al iniziò della mia ricerca, il NMM non e niente altro che una tecnica che mira a dipingere un determinato volume (Che può essere di un modello)  con lo scopo che alla fine questo volume assomigli a metallo anche se non e stato usato colore con dei pigmenti metallici. Tuto qui…sembra facile pero non lo e, le difficoltà sono molte, pero scriverò in seguitò su questo tema. Per rispondere la seconda domanda ovvero dove nasce il NMM, bisogna fare un salto moolto indietro ovvero nel medio evo. Perché il NMM nasce nel bisogno dei pittori antichi, quello di sapere riprodurre i effetti metallici ad esempio di una armatura.

Come chiaramente si può vedere in questo antico quadro il pittore a usa il NMM per le parti metalliche, ovvero grazie a NMM e riuscito a riprodurre i effetti metallici senza usare i colori metallici che a quello tempo non esistevano. In verità il NMM e un “Gioco” Tra lucci e ombre, che grazie ad esse si può riprodurre le effetto matallo.
lucci ombre
Come Barbaramente riprodotto da me, in questa grafica si può notare che in realtà il NMM e un doppio lavoro di sfumature nel lo stesso volume. Una volta per le Lucci e una volta nel Ombra, o sia e uguale quale metallo si vuole riprodurre (Oro, argento etc.) i colori bianco (per le lucci) e il Nero (per le ombre) si dovranno sempre usali.
Un atro grande “Problema” del NMM e che bisogna avere una grande conoscenza della teoria della Luce. Un posizionamento errato può seriamente Rovinare tutto il lavoro fatto finno al quello momento , quindi e meglio farsi prima un paio di pensieri su il modello e come posizionale le lucci e poi dipingere.

Le lucci si contrappongono alle ombre, quindi dove finisce le ombre iniziano le lucci e cosi al incontrario, adesso gia per una immagine piatta non e cosa semplice. Immaginiamo per un modello in 3D che ci rende la vita difficile, insomma il NMM non e una cosa semplice cosi come sembra. Ce di bisogno di tanta pratica e tanta pazienza….
Se si può fare un riassunto di quello che io o imparato dal NMM e la seguente:
  1. Usare sempre un pennello grande(Tipo 3) perché solo a una grandezza del genere si pio ottenere delle sfumature pulite e precise, e il NMM vive di sfumature pulite.
  2. Usare sempre il Bianco per le Luci e il Nero per le Ombre, e uguale che tipo di metallo si vuole riprodurre. Solo il Bianco e il Nero garantiscono la massima forza di contrasto che il NMM necessità.
  3. Tenere sempre presente che dove finiscono le ombre iniziano le Lucci e cosi via, la teoria della Luce fa da patrona.
  4. E molto consigliabile per inizio usare solo 3 colori per il metallo(Bianco-Grigio-Nero) e per oro (Bianco-Giallo-Nero)
  5. E come ultimo punto voglio analizzare con voi  uno dei ultimi lavori che o fatto inutilmente per migliorare il NMM


Errori commessi:
  • Non ho usato il bianco e il nero, cosi sembra molto piatto il tutto.
  • Le sfumature sono tropo deboli sia nelle parti chiare, cosi come nelle parti in ombra.
  • I punti di luce sono messi in modo sbagliati, serviva una maggiore attenzione da parte mia. Dei stupidi errori che anno rovinato il lavoro che o fatto.
Pero non mi scoraggio e a presto userò un altro modello dove potrò migliorare questa tecnica, grazie per la gentile pazienza di aver letto questo articolo.

1 commento:

  1. Un eccellente articolo,una attenta analisi su una tecnica di altissimo livello.
    È la prima volta che riesco a capire cosa fare leggendo quello che NON si deve fare.
    Grazie per questa ulteriore condivisione della tua enorme esperienza!

    RispondiElimina