domenica 25 gennaio 2015

Alessio Serafini/Come pulire i pennelli

Sono sempre molto felice quando ho la occasione di potere postare un tutorial scritto da una altra persona, oggi eh la volta di Alessio Serafini. Un dei “Giovanni” emergenti nel mondo del Hobby, molto talentuoso io personalmente amo i suoi modelli. Sono un grande appassionato dei 28mm Fantasy…quindi Serafini rappresenta un ottimo esempio come si dipinge molto bene un pupazetto fantasy…okay adesso il tutorial Grazie ancora Serafini avermi concesso la possibilità di potere postare questo Articolo.


Materiali : pulitore, olio idratante, tappo di bottiglia, acqua, vecchio pennello, e ovviamente pennelli da pulire ( non ci crederete ma non ne ho uno sporco „grin“-Emoticon " gente come Luca potrebbero dire te credo non dipingi!!!!! „tongue“-Emoticon " )

Aggiungo il pulitore nel tappo di bottiglia, i questo caso sto usando il brush cleaner della winsor & netwoon che è molto delicato e all aroma di agrumi, l obscurium e vallejo li preferivo anche perché essendo a solvente alcoolico sono leggermente più efficaci ( va bene ogni marca in definitiva) , in alternativa potete usare il solvente per unghie delicato quello che usano le donne per il nail art nei negozi di cosmetica si trovano a pochi euro e vanno alla grande ( l importante che sia quello delicato )

Immergo il pennello nel pulitore, inclinando leggermente la punta.
Il pennello per pulire è un vecchio sintetico tagliato vicino alla ghiera per avere un minimo di rigidità e farlo assomigliare ad una spazzola, ( da notare che a forza de pulire gli altri adesso è pulito pure lui)

Vado a spazzolare/pettinare delicatamente dalla ghiera alla punta , facendo roteare il pennello da pulire, così elimino i residui tra le setole e la ghiera, potete aggiustare l inclinazione del pennello da pulire per far allargare la punta e spazzolare tra le setole ( sempre con delicatezza)

Do una sciacquata ai pennelli in acqua per elimimare i residui di pulitore, nel caso di pulitori a solvente è una manovra d obbligo
Li asciugo su un panno assorbente.

Faccio roteare la punta quel tanto che serve per ungere le punte nell olio idratante senza immergere ( si potrebbe usare anche l olio d oliva ma lascia i pennelli unti questo tipo invece si assorbe e non lascia residui)
Ed ecco qui pennelli affilati ricostituiti e pronti per il prossimo uso, se fate così, i pennelli vi dureranno tantissimo il primo a destra ha 3 anni.

Nessun commento:

Posta un commento